Saverio Gerardis.com

ALBERO GENEALOGICO KIWANIS METEO POLITICA RASSEGNA STAMPA REGGIO CALABRIA WEBCAM LINKS

 

Rassegna Stampa

Il Quotidiano della Calabria

(Venerdì 9 novembre 2001)

Ancora un parere su Reggio città d'arte

Vorrei esternare il mio parere in merito al dibattito Reggio città d'arte, sviluppatosi nei giorni scorsi in città.
Ben venga l'appellativo "città d'arte" per una città come Reggio Calabria, ma soltanto se agirà da sprone su tutte le forze pubbliche e private.
E soprattutto se si farà sì che nel più breve tempo possibile Reggio Calabria diventi veramente una città d'arte, anche soprattutto sfruttando la serie di sovvenzioni che comporta l'attribuzione di tale importantissimo titolo.
Argomentando il mio discorso aristotelicamente, Reggio Calabria in potenza meriterebbe tale titolo per la sua posizione geografica.
Così come lo meriterebbe anche per i suoi trascorsi storici che la videro fondata dai coloni calcidesi nell' VIII secolo avanti Cristo sulle rive di quello Stretto, cantato dal sommo Omero, scenario naturale del mito di Scilla e Cariddi.
Ma in atto, Reggio Calabria non merita affatto il titolo di "città d'arte", bensì le calza a pennello l'appellativo "città delle incompiute", a suffragarlo basta ricordare i tanti palazzi (spesso abusivi) che, dopo essere stati eretti, non vengono rifiniti, lasciando in bella mostra i mattoni e i pilastri.
Ma è doveroso ricordare anche la mancanza di cura verso i siti d'arte, fulgido esempio ci viene offerto dall'area archeologica dove sorgeva l'Acropoli della città, nella quale è stata costruita una copertura metallica di dubbio gusto estetico, ma intorno alla quale è sorto un grazioso parco di verde attrezzato. Bene, dopo l'inaugurazione ad opera dell'Amministrazione comunale durante la recente campagna elettorale, adesso il sito, non essendo gestito da nessuno, non solo non risulta fruibile ai cittadini, che, invece, lo vorrebbero visitare, ma per di più è in balia dei vandali che hanno iniziato a prendere di mira, distruggendoli, i lampioni.
A definire un'opera concorre ogni minimo particolare, che le fa guadagnare quel peculiare sostrato che la caratterizza.
Micheal Colgan, insigne scienziato americano, sosteneva: "non credere mai di non aver tempo sufficiente da dedicare ai dettagli, che sono essenziali per eccellere".
Purtroppo a Reggio Calabria manca proprio la cura, il gusto del particolare, per cui in sostanza non può essere una città d'arte, pur rimanendo sul piano generale una bellissima città.

Saverio Gerardis               
consigliere circoscrizionale          
di Alleanza Nazionale              
presso la I Circoscrizione Centro Storico
 

 

                       
Designed & programmed by Saverio Gerardis

Cookie & Privacy Policy

Il sito è on line dal 22.05.2003