Saverio Gerardis.com

ALBERO GENEALOGICO KIWANIS METEO POLITICA RASSEGNA STAMPA REGGIO CALABRIA WEBCAM LINKS

 

Rassegna Stampa

Il Quotidiano della Calabria

(Martedì 7 ottobre 2008)

Villa. È Giusy Caminiti il nuovo governatore per il club junior
Kiwanis, passaggio di campana
Lorena Turano diventa luogotenente distrettuale

VILLA SAN GIOVANNI - A Villa San Giovanni, alla presenza di club italiani, vi è stata, nel salone delle cerimonie, la manifestazione del passaggio di campana del Governatore del Distretto Italia del Kiwanis Junior. Il governatore uscente, Pagoto, al tocco di campana ha aperto i lavori, avviati con la lettura della preghiera kiwaniana e quindi delle regole kiwaniane, lette da Marianna Bevacqua del club Reggio. Gli ideali kiwaniani sono basati sullo sviluppo dei rapporti col prossimo, giustizia, buona volontà e partecipazione. Ai numerosi partecipanti, provenienti da Reggio Calabria, Augusta, Acireale, Castelvetrano, Marsala, Messina, Cosenza, Roma, oltre che da Villa San Giovanni, ha rivolto il saluto di benvenuto il sindaco della città, Giancarlo Melito, che si è detto inoltre lieto che due concittadine assumeranno per un anno cariche molto importanti nel club Italia. Un riconoscimento va a loro e alla città ove il club junior, assieme a quello maggiore, retto da Peppino Aricò, sono stati di supporto allo sviluppo sociale e culturale rivolto ai giovani e alla società. Il loro impegno verso le giovani generazioni del mondo è positivo, specie nei paesi come quelli africani, ove pure una penna è importante. Quindi il sindaco ha concluso rivolgendo gli auguri a Giusy Caminiti e a Lorena Turano. Peppe Aricò, presidente uscente del club maggiore villese, si è detto felice della crescita del club giovanile, che oggi raggiunge vette notevoli, e per la positiva opera svolta a favore dei bambini e giovani del mondo. Aricò ha poi dichiarato che nella giornata di sabato si è concretizzato il passaggio della campana da Giuseppe Pagoto a Giusy Caminiti. “I club del sud devono lavorare per fare crescere e non per apparire, Giusy ha le qualità per farli crescere”. Il governatore del distretto Italia, Roberto Garzulli, ha evidenziato che la famiglia unita dei club maggiori e di quelli giovanili lavora col cuore per la crescita dei bambini del mondo. Quelli giovanili lo hanno fatto prima con Pagoto, ora continuano con Giusy Caminiti. Quindi vi sono stati interventi e passaggi di campana in vari club reggini, fra cui quello del Club Reggio, col passaggio da Elisa Gerardis ad Alessandro Schiavone. Per quello di Villa, la campana è passata da Lorenzo Micari a Ilena Giunta. Infine Lorenzo Micari ha ricordato che è andato a Pietrino Caminiti il Premio Junior per l'impegno profuso. Quindi è stata consegnata da Saverio Gerardis a Lorena Turano la campana di luogotenente distrettuale. Lorena l'ha ricevuta con commozione ed ha espresso la voglia di onorare col suo impegno quello profuso dai passati luogotenenti. Ha poi fatto gli auguri a Giusy ed ha espresso la voglia di lavorare come squadra anche a favore del progetto promosso dal nuovo governatore, rivolto al carcere giovanile reggino e dal tema: “Dona una vita nuova”. La parte finale della manifestazione è stata il passaggio della campana di governatore del Club Junior Italia da Giuseppe Pagoto a Giusy Caminiti. Il governatore uscente ha relazionato sull'attività svolta durante l'anno con i convegni di Castelvetrano, il protocollo di intesa di Vibo Valentia col club maggiore, il riconoscimento da parte del Ministero delle Pari Opportunità dell'attività svolta a favore dei bambini. A Giusy è stata consegnata dal governatore uscente la campana ed una targa è andata a Pagoto. Giusy Caminiti emozionantissima, si è detta onorata di potere continuare l'attività dei passati governatori per l'anno 2008- 2009. Ha poi espresso la convinzione dei membri del club di essere al servizio pieno e convinto a favore dei bambini del mondo, come è testimoniato dalle realizzazione di pozzi e di scuole in Africa, della pet therapy, dei parchi giochi, dell'impegno a favore dell'ecologia. “Oggi vogliamo pensare ai bambini che vivono nelle carceri minorili non per colpa loro e vogliamo rieducarli per reinserirli nella società. Vogliamo poi portare la gioia della lettura ai bambini del mondo”. Infine ha presentato al squadra con la quale intende lavorare in piena armonia.

Domenico Crimi
 

 

                       
Designed & programmed by Saverio Gerardis

Cookie & Privacy Policy

Il sito è on line dal 22.05.2003